Voglia d’estate

Redazione

Voglia d’estate

- lunedì 12 Agosto 2013 - 10:40
Voglia d’estate

Viaggio tra le tendenze turistiche, gastronomiche e modaiole più trend dell’anno

Di Patrizia Romano

Con il sole a Zenith arriva il solstizio estivo: il periodo più amato dell’anno. Calda, esplosiva, raggiante, l’estate penetra nelle viscere della terra, riscaldando il corpo e lo spirito di chi ci vive. E’ la stagione che percepisci con i sensi: la senti, la annusi, la vedi, la tocchi, mentre ‘lei’ ti parla di vacanze spensierate, guardaroba leggiadri, cibi freschi. Stimola i desideri più reconditi e travolge in una miriade di invitanti proposte.

La moda e le tendenze sono mutevoli come le stagioni. Cambiano i gusti, i desideri, le attrattive. Con l’arrivo di ogni nuovo ciclo stagionale, si volge lo sguardo a tutte le novità, cercando di soddisfare, almeno in parte, i desideri più realizzabili.

Così… il viaggio sospirato per undici mesi, un guardaroba leggiadro e colorato, un look esplosivo e intenso, sapori freschi e stuzzicanti e un lavoro all’aperto rappresentano l’oggetto delle nostre aspirazioni stagionali, volte al turismo, all’abbigliamento, al maquillage, alla culinaria e a tutto quello che vi ruota attorno: lo sfogo di tutti i sogni di mezza estate.

Abbiamo sbirciato nel backstage di queste proposte: insomma, dietro le quinte delle tendenze di stagione.

Tendenze turistiche

Uscire dalla routine e fare un viaggio è la maggiore aspirazione estiva. Con l’arrivo della bella stagione, la mente si proietta verso nuove mete. Quali? Dove vanno i siciliani? C’è sempre chi intraprende rotte di due-tre chilometri e sosta dietro l’angolo. Ma va bene lo stesso pur di uscire da casa. La crisi non è ancora alle spalle e il turismo è, senz’altro, tra i settori più penalizzati con ripercussioni sulle scelte e sulla durata delle vacanze, sulle ricezioni e sulle mete.

Fare delle previsioni, comunque, è prematuro. Mancano i dati relativi ai vacanzieri dell’ultimo momento, che rappresentano il grosso del flusso turistico. La fascia degli indecisi, che supera il 4 per cento, incide molto sull’andamento. Più del 25 per cento, comunque, rimane a casa.

Nelle linee generali, le mete più gettonate, sino a questo momento, sono le località balneari. Se ci spostiamo in Europa, le città più ambite rimangono Parigi, Berlino, Barcellona, proposte in pacchetti culturali.

All’estero, invece, la tendenza si sposta verso la Tunisia, Malta, l’Egitto.

Il lungo raggio non ha risentito pesantemente della crisi, perché è sempre stato appannaggio d’elite, cioè di coloro che i soldi ce li hanno sempre avuti e continuano ad averli. La differenza emerge soltanto all’interno della classe intermedia, che vedono mutare frequentemente il proprio andamento economico.

Al primo posto, comunque, rimane sempre la crociera. La magica traversata sul mare ha sempre occupato un posto di rilievo nell’immaginario collettivo, incarnando il sogno vacanziero per eccellenza. Tra l’altro, quello che per anni è stato un desiderio proibito, è oggi l’alternativa più gettonata. Tra offerte speciali, formule vincenti come il ‘prenota prima’, ‘prezzi ridotti’, ‘bambini gratis’ e quant’altro, la crociera svetta tra le richieste maggiori. Le ragioni del successo sono legate, infatti, alla politica dei prezzi che punta su un rapporto qualità/prezzo stupefacente. La costa più battuta rimane quella mediterranea che, con le sue magiche atmosfere, accoglie il maggiore flusso turistico. Isole greche, Spagna, Turchia sono le maggiori destinazioni.

Tendenze moda

La crisi economica guida pure le dinamiche della moda, colpendo, anche in questo settore, pesantemente le fasce meno abbienti e in modo lieve chi sta bene. Insomma, dove vestirsi significa coprirsi, la crisi è impietosa, dove significa abbigliarsi, la crisi è meno pesante. Il settore della moda più colpito è quello medio. Oggi sembra salvarsi dalla crisi soltanto chi offre qualità. La moda, si sa, è sempre stata appannaggio delle fasce benestanti. Al di là dell’aspetto economico, comunque, la moda, ciascuno nel suo piccolo, tendiamo a seguirla tutti. Com’è, dunque, questa moda dell’estate 2013?

Gli stilisti hanno reso sexy la moda 2013, giocando con trasparenze inaspettate. La tendenza, comunque, è sensuale ma non volgare. Anzi, il look è elegante e raffinato.

Ormai da alcune stagioni è di moda l’uso di materiali trasparenti. Il motto è ‘vedo-non-vedo’. Per l’estate 2013 vediamo molto pizzo, tulle, chiffon e voile. E poi anche tessuti non trasparenti – come addirittura la pelle – con effetti traforati per un effetto ‘see trough’ davvero sofisticato.

Ma la vera tendenza la fanno gli shorts. Quest’anno presenti sempre e dovunque. Non più soltanto per la spiaggia. Anzi, portarli in spiaggia diventa l’occasione più banale per indossarli.

Tra i colori più ‘trend’, invece, il bianco, in estate sempre protagonista, ma ogni anno con un suo modo originale di proporsi e l’arancio, il colore dell’estate 2013 per eccellenza. L’arancio mandarino è dappertutto. Si lascia portare facilmente ed è un colore appariscente, solare e vitaminico.

Tendenza makeup

Come per la moda, anche il mondo del make-up cambia colori stagione dopo stagione, adeguandosi alle tendenze fashion del momento. Quali saranno i colori protagonisti di questa estate? Sulle labbra, indubbiamente il rosso e l’albicocca, il nude e i colori forti come il prugna, dall’effetto un po’ grunge/gothic. Inaspettatamente ritorna anche l’effetto gloss, ovvero labbra lucide senza colore, quasi effetto bagnato.

Anche per gli occhi, che siano in crema, compatti, opachi o luminescenti, i nuovi ombretti riflettono tutte le nuance della bella stagione, con tinte sgargianti che si ispirano a paesi lontani e assolati, mari cristallini e vegetazioni rigogliose.

Il fondotinta, invece, va rigorosamente scelto in base al colorito naturale della carnagione.

Tendenze acconciature

Mai come quest’anno la scelta è ampia: pettinature irregolari, tagli scalati, coloro inaspettati, ma anche simmetria alla maschietta. Quando la temperatura sale al punto che la chioma fluttuante non si tollera, ritorna di moda la treccia, soprattutto a spiga. Ricchi accessori daranno un tocco in più ai vostri capelli lunghi, corti o medi che siano. I colori tenderanno al biondo in una vasta gamma di sfumature che vanno dal platino al cenere.

La moda, quindi, prevede come sempre, una vasta gamma di opportunità; dalla novità più sfrenata alla tradizione più rigorosa

Tendenza gastronomica

Arriva l’estate e quindi sinonimo di sole, mare e temperature alte che richiedono senz’altro preparazioni culinarie semplici. Anche se l’attenzione sull’alimentazione andrebbe riposta tutto l’anno, è prevalentemente in estate che, come di incanto, tutti cominciamo a fare attenzione al cibo.

E’ tipico che in estate si faccia il pieno di insalate, gelati soprattutto all’acqua cioè a base di frutta, abbondanti frullati, granite e insalate di frutta. Giustamente il momento è propizio per consumare preparazioni veloci e che diano la sensazione di ‘freschezza’, ma soprattutto all’insegna della natura. E’ il periodo delle ‘zucchine lunghe’ e dei ‘tenerumi’. Questo frutto della terra è ottimo per zuppe e per preparazioni innovative.

Il pesce, altro elemento che va a rafforzare l’idea di preparazioni ‘prelibate’ che, abbinandole ai frutti dell’orto, danno un risultato eccellente. Anche il pesce, così pure tutti gli altri prodotti ‘animali’, ha dei momenti dell’anno in cui la sua carne o il consumo è ottimale. Ed è proprio l’estate.

I menu si possono realizzare anche con prodotti che non necessariamente abbiano un costo eccessivo e che non obbligano preparazioni elaborate tanto da alterare il sapore basilare del prodotto stesso. Un piatto può essere semplice, economico. Il resto è affidato alla maestria del cuoco.

Ci sono alcuni profumi che a volte vengono collegati alla stagione, come, per esempio, una buona salsa di pomodoro fresco con il basilico oppure le melanzane fritte, preparazioni semplici ma che se li associamo a un clima invernale non emozionano come quando la stessa preparazione viene realizzata in estate.

Il periodo è favorevole anche per gustare gelati di frutta, ma con vera frutta di stagione e l’estate di buona frutta ne offre tanta.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta