La danza contro lo stress e l’età: sempre più diffuse la capoeira e le danze afrobrasiliane

Ambra Drago

La danza contro lo stress e l’età: sempre più diffuse la capoeira e le danze afrobrasiliane

- lunedì 31 Marzo 2014 - 08:55
La danza contro lo stress e l’età: sempre più diffuse la capoeira e le danze afrobrasiliane

Sono sempre di più le donne dai 35 ai 40 anni che, dopo una frenetica giornata,  si abbandonano al fitness musicale.

di Ambra Drago

La musica può aiutare la mente ed il corpo a distendersi ed a rilassarsi. Dai suoi ritmi incessanti a melodie più dolci ma non per questo meno ritmiche. A Palermo sono sempre di più le donne dai 35 ai 40 anni che scelgono di abbandonarsi dopo una giornata intensa e frenetica al fitness musicale. Invece  per chi predilige  vivere emozioni forti, abbandonare lo stress e rilassarsi compiendo un vero e proprio viaggio immaginario verso nuovi continenti ecco la danza afrobrasiliana.

Queste lezioni vengono principalmente frequentate da chi vuole liberare la mente per qualche ora, in quanto hanno un vero e proprio effetto terapeutico. Un mix di energia si sprigiona dalle percussioni di molti artisti che accompagnano le canoniche lezioni frontali in palestra ma anche da un semplice cd. Vengono diffuse intense  vibrazioni per potere esprimersi attraverso il  proprio corpo, perché il ritmo africano è fatto per ascoltare, sentire e ballare.

uso dello strumento delle percussioni e  la carica emotiva in chi decide di praticarla , è la capoeira,arte nasce come arte marziale praticata dagli schiavi africani nati in  Brasile poi viene assimilata con il  passar del tempo ad una danza. In realtà tra la capoeira  e le danze afrobrasiliane c’è un legame profondo basato sulla musica, sul canto e sul movimento ginnico.

Per la capoeira ci si allena seguendo il ritmo degli strumenti, in particolare del  berimbau che scandisce i tempi e i passi o di altri quali il pandeiro, atabaque e agogo, spesso suonati dal vivo. Mentre per le danze afrobrasiliane gli allievi vengono trascinati dal ritmo della percussione che entra in relazione con il cuore, creando un abbandono emotivo nel ritmo distaccandosi dalla realtà.

Un vero e proprio viaggio emozionale oltreoceano che a detta di chi lo pratica vale la pena provare.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta