Le Cordepazze: una band siciliana in rivoluzione

Redazione

Le Cordepazze: una band siciliana in rivoluzione

- lunedì 23 Giugno 2014 - 08:58

In poco tempo, accumulano una carrellata di successi. Sempre più amata dal pubblico, la band siciliana ha ottenuto diversi riconoscimenti artistici

 

La Redazione 

Cordepazze è una band siciliana che si muove tra rock, pop e genialità assortite, che arriva dopo partecipazioni e vittorie ai premi De AndrèTenco e Musicultura. Un progetto orgoglioso, di rivalutazione del pop sotto l’aura della musica d’autore. La band in pochissimo tempo ha ottenuto risultati dirompenti, come dimostra l’incetta di premi nei più rinomati festival italiani e ottime recensioni sulla stampa specializzata. Un sound costituito da una scrittura ricca di sonorità

Le Cordepazze  sono ritornati a Palermo dopo avere svolto un tour teatrale assieme a Paola Turci, organizzato da Musicultura. A completare il quadro degli impegni della band siciliana la registrazione dei brani del nuovo disco in uscita e la produzione di cantautori e musicisti attraverso MAJORFREE, un’iniziativa che, come afferma la stessa band, “dà la spinta motivazionale necessaria a coloro che ancora non hanno capito che è più che necessario autoprodursi senza necessariamente attendere la chimera di una struttura editoriale”

Un  brano della giovane e già affermata band è stato infine inserito all’interno del doppio album legato all’iniziativa “La leva Cantautorale degli Anno Zero”, un vero e proprio evento del mondo musicale italiano, partito lo scorso novembre, che vede per la prima volta due importanti realtà come Club Tenco e Mei (Meeting degli Indipendenti), assieme ad Ala Bianca, unirsi per un grande progetto di valorizzazione della nuova canzone d’autore italiana.

La Rivoluzione Il singolo è caratterizzato da un testo ironico, pungente ed incisivo, sottolineato da un sound elettro-pop, cerca di raccontare in maniera leggera “il nostro Paese disperato in onda alla riscossa”.

Li avevamo lasciati alcuni fa con il loro disco d’esordio, “I re quieti” (Monnalisa – 2008), con il quale hanno dimostrato di avere un grande talento compositivo che li ha portati sui palchi più prestigiosi della Penisola. Brani come “La sinfonica sociale”, “Sono morto da cinque minuti” gli sono valsi il prestigioso “Premio de Andrè” nel 2007, catturando immediatamente l’attenzione della critica.

Il loro secondo album non ha deluso le attese. Questo nuovo lavoro, infatti, è stato un nuovo successo. L’album suona in perfetto stile pop in cui il cantautorato di elite si sposa perfettamente con suoni elettronici moderni.

I brani parlano di voglia di rivoluzione, di amori comuni, di speranze, a volte inutili.

Quando il gruppo si presentò al premio De Andrè erano sconosciuti, ma immediatamente conquistarono il pubblico. Da allora, il loro successo continua in maniera inarrestabile.

Le Cordepazze sono rappresentate da Alfonso Moscato, la voce del gruppo e autore dei testi, ai suoni sintetici, Michele Segretario, il batterista Vincenzo Lo Franco, il violinista Francesco Incandela. Ulteriori informazioni si trovano sul sito www.cordepazze.it.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta