Ghiandola Pineale: la pigna del benessere

Redazione

Ghiandola Pineale: la pigna del benessere

- lunedì 13 Giugno 2016 - 07:59
Ghiandola Pineale: la pigna del benessere

La Ghiandola Pineale è una ghiandoletta al centro della testa, che la medicina alternativa considera la sede permanente dove avvengono i processi più determinanti della nostra vita...

Si tratta di una ghiandola al centro della testa, a forma di pigna, che la medicina alternativa considera la sede permanente dove avvengono i processi più determinanti della nostra vita

 

di  Antonio Milazzo

Nonostante l’attenzione che negli ultimi anni, la medicina ufficiale comincia a porre nei confronti della medicina alternativa, la strada da percorrere per trovare una piena sinergia tra le due è ancora molto lunga. Molte cose, pertanto, diventano traguardo soltanto della medicina alternativa, continuando a essere ignorante e, talvolta, snobbate, dalla medicina tradizionale.
Senza entrare nel merito della vicenda, vogliamo portare un esempio di grande attualità nello scenario alternativo, la cosiddetta Ghiandola Pineale: una ghiandoletta collocata al centro della nostra testa, la pigna del benessere. Quest’organo che in molti non sanno nemmeno di possedere, rappresenta la sede permanente dove avvengono tutti i processi più determinanti della nostra esistenza come quello dell’immaginazione, dell’intuizione o della decodificazione della realtà che ci circonda.
Questa nostra struttura organica da cui partono tutti gli stimoli che alimentano le nostre potenzialità animiche sarebbe il teatro di tutte le operazioni che noi, nel bene o nel male, effettuiamo consciamente e inconsciamente.
Tranne questa piccolissima ghiandola a forma di pigna, che noi, a causa della scarsa conoscenza, utilizziamo poco, produciamo una sabbiolina alla quale un gruppo di ricercatori americani hanno attribuito proprietà piezoelettriche, ovvero, la presenza di cristalli in grado di trasformare le vibrazioni in impulsi elettrici. Impulsi in grado di modificare la realtà spazio/temporale di cui il nostro aspetto fisico è prigioniero.
Questa ghiandola durante la notte produce Melatonina che esalta e rafforza il complesso del sistema immunitario del nostro corpo, accresce la produzione di energia fisica, alzando il livello di sopportazione della fatica, regola la temperatura interna, contribuendo a un’ottimale gestione del sistema cardiovascolare ed è per eccellenza la sostanza antiossidante del corpo, con effetti evidenti sui meccanismi di invecchiamento e sulla mente.

Questo magico organo se venisse utilizzato al 100  per cento, ci fornirebbe l’energia per superare i vari ostacoli della vita, neutralizzando tutti gli effetti collaterali dannosi ai nostri obiettivi esistenziali.

Tag:

Un commento

  1. silvia ha detto:

    Interessante

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta