Divorce party: un brindisi al divorzio

Patrizia Romano

Divorce party: un brindisi al divorzio

- venerdì 23 Giugno 2017 - 08:02
Divorce party: un brindisi al divorzio

Anche in Italia sta prendendo piede il divorce party o festa di divorzio. Un evento festoso per sancire la rinascita di una nuova fase e la riconquista della propria libertà...

A poco a poco, anche in Italia sta prendendo piede il divorce party o festa di divorzio. Un evento festoso per sancire la rinascita di una nuova fase e la riconquista della propria libertà

 

di  Patrizia Romano 

In molti casi rappresenta l’occasione per celebrare un nuovo inizio, lasciandosi alle spalle ogni traccia di negatività che ha caratterizzato la dolorosa fase di separazione. E’ così che, a poco a poco, anche in Italia sta prendendo piede il divorce party.
Un evento festoso per sancire la riconquista della propria libertà. Del resto, se oggi giorno l’85 per cento delle relazioni finiscono con la separazione e, ogni anno, 50 mila Italiani divorziano, il motivo per festeggiare c’è.
Dopo gli Stati Uniti, dove ormai da anni rappresentano una prassi consolidata, le feste di divorzio hanno riscontrato un certo successo pure in Francia e in Gran Bretagna, fino ad arrivare, in punta di piedi, anche in Italia.
In America e nei paesi anglosassoni esiste già una figura professionale che li organizza: i divorce party planner.  Sono degli addetti ai lavori che, con grande maestria pensano a ogni dettaglio per organizzare una festa di successo.festa di divorzio
In Italia, ci stiamo attrezzando. In realtà, detto così, sembra quasi di estremizzare il concetto di divorzio, ma detta in maniera un po’ meno brutale, una festa di divorzio è un modo per marcare la fine del dolore e della sofferenza derivante dal divorzio. E, poi, perché no…, le feste di divorzio possono essere anche un modo per permettere al divorziato di ringraziare tutte le persone che gli sono state accanto durante la fase critica della separazione.
Ma anche un’opportunità per gridare al mondo il nuovo status di single, quindi, aperto a nuove esperienze o a nuove relazioni.
In molti paesi è un business in crescita. In Gran Bretagna, Austria e Germania, numerose imprese hanno puntato l’attenzione sugli eventi che celebrano la fine di un matrimonio.

Insomma, le imprese che organizzano feste di divorzio stanno sicuramente conquistando un’importante fetta del mercato. In alcuni di questi Paesi sono nate, addirittura, le ‘fiere del divorzio’. Girando sul web anche in Italia cominciano a delinearsi figure specializzate in eventi di questo tipo, soprattutto nelle grandi città come Roma e Milano. Figure che hanno dato vita ad agenzie che hanno allargato la propria attività a questi particolari eventi. Localizzando la ricerca alla Sicilia, invece, troviamo delle singolari location proposte dal sito ‘Area.events’. Le città siciliane in cui questa formula risulta vincente sono Palermo e Siracusa.
Evitare il divorzio è, senz’altro, la cosa migliore, ma se diventa inevitabile, è senza alcun dubbio terapeutico, esorcizzare il dramma nel modo che si ritiene più opportuno.

E se per qualcuno, il modo migliore è una bella festa, vada pure per la festa. Quanto meno, è sempre meglio di una depressione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta