Turismo, è l’ora del viaggio digitale

Clara Di Palermo

Turismo, è l’ora del viaggio digitale

- giovedì 12 Marzo 2020 - 07:15
Turismo, è l’ora del viaggio digitale

Non volevamo parlare di turismo e di viaggi, non potendo, nella realtà di questo momento, spostarci nemmeno per una gita fuori porta nel comune a fianco

La rapida diffusione del contagio da Coronavirus, ha fatto fermare non solo il comparto del turismo, ma l’Italia intera. Quando la scorsa settimana abbiamo intervistato il presidente di Fiavet Sicilia, questi ci aveva già dipinto un quadro disastroso. Oggi, con le misure più stringenti e il divieto assoluto di circolazione sull’intero territorio nazionale, la situazione è ancora più difficile.
Parlare di turismo e di viaggi, non potendo, nella realtà , spostarci nemmeno per una gita fuori porta nel comune a fianco, dovunque ci si trovi, ci sembrava un po’ azzardato.
Così, abbiamo pensato di suggerirvi dei viaggi virtuali che vi consentiranno di vedere luoghi e cose spettacolari stando comodamente sul divano di casa.

Nomadi digitali

Avete sentito parlare dei nomadi digitali? Sono coloro i quali, sfruttando la diffusione delle nuove tecnologie, hanno abbattuto i muri fisici del lavoro in ufficio, riuscendo a lavorare da qualsiasi parte del mondo, con una connessione da remoto. Lavorano e girano il mondo, entrano in contatto con altre culture, aprono la mente a profondi cambi di lavoro, dato che non tutte le professioni sono adatte a essere svolte in rete.
Ma non vogliamo parlare di lavoro adesso, il concetto ci è servito per darvi un suggerimento per viaggiare ai tempi del Coronavirus: facciamo dei viaggi virtuali, approfittando delle webcam sparse per il pianeta, delle opportunità che danno numerosi siti museali e anche diversi teatri.
Vediamo come trasformare il solito concetto di turismo.
Iniziamo dalle webcam e diamo un’occhiata ad alcune città e località italiane in tempo reale. Sarà un po’ desolante vedere strade e piazze semi deserte, ma sarà incoraggiante dal punto di vista del senso civico: meno gente = alto senso civico.

Londra

In gita via webcam

Uno dei siti che raccoglie webcam posizionate in tantissime città, è https://www.skylinewebcams.com. Abbiamo voluto sbirciare in una delle più belle piazze del bel paese che in questi ultimi giorni ha dato proprio la misura di come la diffusione del Covid 19 abbia profondamente mutato le nostre abitudini quotidiane, non solo il turismo: la piazza antistante il Duomo di Milano, solitamente pullulante di persone, oggi è così https://www.skylinewebcams.com/it/webcam/italia/lombardia/milano/duomo-milano.html.
Ancora, la bellissima piazza San Marco di Venezia https://www.skylinewebcams.com/it/webcam/italia/veneto/venezia/piazza-san-marco.html e così via, scegliete voi la destinazione dove desiderate “andare” e via! Potete volare anche all’altra metà del mondo.

Romeo e Giulietta

E infine una curiosità: a Verona c’è una webcam che regala una bella veduta sul celebre balcone di Giulietta e Romeo e, se presterete attenzione, noterete che c’è anche l’audio https://www.skylinewebcams.com/it/webcam/italia/veneto/verona/balcone-giulietta-romeo.html.
Se, invece, avete voglia di cultura, potete fare uno spettacolare tour per alcuni musei, stando comodamente in pantofole sul divano di casa e con una bella tazza di the a fianco.
Il sito dei Musei Vaticani, ad esempio ha un bel video https://youtu.be/tEECdm3o73I di presentazione delle opere d’arte in esso custodite e nelle varie sezioni si trovano interessanti informazioni e immagini.
Merita decisamente una visita, seppure virtuale, la Pinacoteca di Brera, che ha un sito molto ben fatto, in grado di guidarvi prima attraverso i vari periodi storici e, una volta scelto il periodo, potete fruire di immagini delle opere d’arte molto dettagliate, in sezione e in primo piano, con accurate descrizioni.

Pinacoteca di Brera

Dalla Pinacoteca al Teatro

Avevate prenotato un viaggio a Londra ma il Coronavirus ha fatto saltare tutti i vostri piani? Non vi preoccupate perché potrete dapprima dare un’occhiata ad alcune strade e monumenti della capitale britannica grazie alle webcam e poi visitare il British Museum e le sue meraviglie dell’arte.
E se la chiusura dei teatri vi deprime, non vi preoccupate perché molti si sono attrezzati con canali web in modo da potere offrire spettacoli bellissimi, come fa anche il Teatro Massimo di Palermo o il Teatro Biondo di Palermo
A Torino, il teatro Le Musichall, alle 18 e poi in replica alle 20, proporrà sulla propria pagina Facebook, un estratto di quanto prevedeva il cartellone.
Un sorta di ribellione della cultura, dunque, di fronte all’incertezza in cui ci ha gettato il Coronavirus, da una punta all’altra dell’Italia e oltre, che ha spinto anche alcuni tra i più noti artisti del panorama musicale italiano, a decidere di regalare dei mini concerti ai loro fan, rigorosamente da casa, attraverso le loro pagine Facebook.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta