La tavola di Pasqua? Ecco come possiamo apparecchiarla

Clara Di Palermo

La tavola di Pasqua? Ecco come possiamo apparecchiarla

- venerdì 13 Marzo 2020 - 07:15
La tavola di Pasqua? Ecco come possiamo apparecchiarla

Vediamo come apparecchiare una bellissima tavola di Pasqua, per stupire i nostri commensali.

Ce la faremo a far festa tutti insieme, quest’anno, e organizzare una bella tavola per Pasqua? Anche se al momento non è possibile pensare a riunioni con parenti e amici, speriamo tutti di potere presto tornare a organizzare una cena a casa o una pizza con amici. E visto che Pasqua cade fuori dal periodo di totale “zona rossa” su tutto il territorio nazionale, l’auspicio sarebbe di riacquistare spensieratezza e gioia e riprendere possesso dei nostri spazi e del nostro tempo, già per quella data.
Ma nulla ci vieta di pensare positivo e poiché abbiamo tanto tempo a disposizione visto che si è tutti a casa, che ne dite di vedere qualche suggerimento per preparare una bella tavola di Pasqua?

A noi de L’InchiestaSicilia l’occasione si è presentata, la scorsa settimana, quando abbiamo incontrato, prima delle misure anti contagio da Coronavirus, Francesco Benigno, wedding planner a Palermo, con una esperienza di organizzazione di eventi e allestimenti per feste. Stava discutendo di un paio di allestimenti per un evento, proprio in occasione della Pasqua ed è venuto da sé che gli abbiamo chiesto di farci partecipare almeno a una delle prove per potere prendere spunti.
Ci siamo presentate l’indomani all’appuntamento e dobbiamo confessare di essere rimaste a bocca aperta. La tavola di Pasqua che aveva ideato e apparecchiato era di una semplicità unica ma, allo stesso tempo, raffinata e romantica. Perfetta per un pranzo all’aperto, con colori che richiamano la natura, la tavola preparata da Benigno si fondeva con l’ambiente circostante e sembrava essere lì da sempre.

Vi descriveremo appena la tavola, con l’aiuto del nostro wedding planner, perché faremo parlare le immagini.
Come possiamo fare una bella tavola di Pasqua?
“Provando ad utilizzare quello che abbiamo in casa, se possibile. Tutti gli elementi devono creare un’ armonia.  Usando tanto   i colori come il giallo il verde  e qualche simbolo pasquale come i coniglietti e le uova. E non dimentichiamo i fiori, simbolo della primavera”.
Consiglierebbe una tavola monocromatica o variopinta? Cominciamo dalla tovaglia: tinta unita o a fantasia?
“Tutto dipende da come si vuole decorare. Io ho voluto utilizzare un sotto tovaglia bianco sovrapponendo una tovaglia che richiama i colori freschi della primavera. In questo caso utilizzando una tovaglia così vivace ho preferito non caricare troppi elementi ma giocare con il colore delle candele, dei fiori e degli altri accessori, mantenendomi sui colori tenui”.

Sottopiatti, si o no?

“Qui io ho utilizzato un sottopiatto bianco e dei piatti con semplici motivi floreali. A tavola consiglio sempre la corretta disposizione di piatti e bicchieri. In questo caso ho preferito apparecchiare in modo informale,  utilizzando soltanto forchetta e coltello avvolti in un tovagliolo di cotone bianco e rosa con i bordi sfrangiati e  legato con lo spago ed il cucchiaino per il dessert”.
Bellissima l’idea delle posate legate al tovagliolo con lo spago. Una versione rustica che potremmo realizzare anche per una tavola in città?
“In città il tovagliolo possiamo legarlo con un nastro colorato piuttosto che con dello spago. I bicchieri sono due, uno blu per il vino ed uno trasparente con un piccola decorazione che simula un merletto per l’acqua.
Come elementi decorativi ho aggiunto tre portacandele con un gioco di peonie e rametti di edera e olivo, oltre a delle uova colorate dipinte a mano”.

E le bottiglie o le caraffe come devono essere, in vetro o in ceramica?
“Le caraffe devono sempre essere in vetro. Possono essere in tinta o semplicemente trasparenti. Ma assolutamente in vetro in qualsiasi tipo di tavola”.
Un cadeau, ossia un piccolo regalo, per gli ospiti, è una cosa che va bene?
“Il cadeau per gli ospiti è sempre un’idea molto apprezzata. In questo caso insieme a dei semplici cartoncini segnaposto, ho utilizzato dei coniglietti alternandoli nei colori del bianco e del rosa. Ma questo oggetto ha una particolarità, che lo renderebbe gradito anche in caso di presenza di bambini: i coniglietti sono, in realtà, delle penne”. 
E se volessimo preferire un buffet al pranzo seduti, come si può realizzare una tavola che tutti ammireranno?
“Se si volesse preferire un buffet al pranzo seduti (placè), basta mantenere il mood nei colori e nelle forme e sostituire i piatti con dei piatti da portata. E se volete una marcia in più per il buffet, elaborate un menù che non preveda l’uso del coltello”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta