Semi di lino, preziosi e naturali

Clara Di Palermo

Semi di lino, preziosi e naturali

- martedì 07 Aprile 2020 - 07:01
Semi di lino, preziosi e naturali

I semi di lino hanno tantissime proprietà benefiche, non solo per i nostri capelli, ma anche per la pelle e per l'organismo

Molto noti per l’utilizzo che se ne fa sui capelli, i semi di lino, in realtà, hanno molteplici proprietà benefiche. In quanti sanno che sono un ottimo antinfiammatorio naturale? Questi piccoli semini, infatti, hanno un notevole effetto benefico nel contrastare la cistite, ad esempio, ma anche le infiammazioni cutanee.
Sono anche ottimi emollienti, tanto da essere sovente usati per contrastare la stipsi. Attenzione, però, perché non possono essere usati liberamente da tutti, dato che possono causare flatulenza. In molti ne denunciano l’insorgere proprio come effetto collaterale fino a quando l’organismo non si abitua all’assunzione. Per queste ragioni sono fortemente sconsigliati a chi soffre, per esempio di colon irritabile o di diverticolite. Così come gli esperti ne sconsigliano l’utilizzo in gravidanza o durante l’allattamento.

Ne bastano pochi

Tornando alle proprietà benefiche, non è necessario consumarne grandi quantità (anzi, è meglio evitarne l’abuso). Ne bastano appena tre cucchiaini al giorno, meglio se polverizzati, anche con un mortaio e dato che sono insapori, si possono abbinare a qualsiasi pietanza. Ottimi aggiunti alle insalate o all’impasto per il pane se decidiamo di farlo in casa, soprattutto in questi giorni che viviamo la reclusione forzata causa del Coronavirus, hanno anche un bell’effetto visivo spolverati sulle zuppe vegetali.
Per attivare l’effetto regolatore dell’intestino, nel contrasto della stipsi, è opportuno lasciare i semi di lino in ammollo in acqua per qualche ora. Ciò al fine di far sì che si liberino le mucillagini di cui sono ricchi. In alternativa, si possono bollire per una mezzora in acqua e poi filtrarli prima di bere.

Semi di lino

Ricchissimi di minerali come magnesio, rame, fosforo e manganese, contengono anche circa il 20% di proteine, oltre a acidi grassi polinsaturi, importantissimi per il metabolismo.
Studi più recenti attribuiscono ai semi di lino il potere di contrastare l’insorgere di patologie correlate allo stile della nostra alimentazione, come è anche il diabete di tipo 2 e, grazie alle proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti, possono avere un effetto benefico contro artriti, asma, invecchiamento dei nostri tessuti. Molte persone hanno registrato un effetto positivo anche nel contrasto dell’emicrania cronica, un male dei nostri tempi molto diffuso, soprattutto nell’universo femminile.
L’azione sul sistema nervoso ha evidenziato un effetto benefico anche nel contrastare le malattie neurodegenerative, estremamente diffuse in questi ultimi anni.

Dai semi di lino si estrae anche un olio che è utilissimo per la cura della persona, dalle proprietà cosmetiche a quelle curative. Se tutti conosciamo l’effetto lucidante e districante sui capelli, forse non tutti sanno che l’olio di semi di lino è parecchio usato come base per creare un antidolorifico. In rete si trovano parecchi suggerimenti in merito. E con i semi di lino si ottiene un efficace antidolorifico anche usandoli per riempire i cuscinetti da riscaldare al microonde e poggiare, poi sulla parte dolorante. Mantengono il calore e non assorbono umidità.

Antirughe naturale

Non dimentichiamo, come dicevamo, l’uso per la cura della persona. L’olio di semi di lino è estremamente levigante e usato sulla pelle, anche del viso, col tempo attenua le rughe, vista la presenza dell’acido linoleico. Per quanto riguarda l’utilizzo sui capelli, nell’altro articolo che pubblichiamo oggi, vi riveliamo anche come prepararlo in casa, in maniera naturale e anche economica, il che non guasta.
Con i semi di lino si ottiene un efficace antidolorifico anche usandoli per riempire i cuscinetti da riscaldare al microonde e poggiare, poi sulla parte dolorante: mantengono il calore e non assorbono umidità.

Se vi state chiedendo dove poterli acquistare, oggi è molto più semplice rispetto a qualche anno addietro: si trovano nelle erboristerie e in tutti i supermercati più forniti. Ma anche nei negozi di prodotti bio e natural.
La pianta di lino, con i caratteristici fiori azzurri, ha origini indietro nei secoli in Medio Oriente. La fibra di lino è sin dall’antichità utilizzata per creare un tessuto molto pregiato, ancora oggi apprezzato, soprattutto in estate.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta