Venite con noi per un tour virtuale di Tokyo, la capitale del Sol Levante

Clara Di Palermo

Venite con noi per un tour virtuale di Tokyo, la capitale del Sol Levante

- giovedì 23 Aprile 2020 - 07:01
Venite con noi per un tour virtuale di Tokyo, la capitale  del Sol Levante

Alla scoperta di Tokyo, tra bellezze architettoniche, natura e musei

Anche stavolta la nostra rubrica turismo vi propone un tour virtuale, un viaggio che vi porterà a scoprire le meraviglie del Sol Levante e della sua splendida capitale, Tokyo.
Una realtà paesaggistica e culturale molto diversa e lontana, non solo fisicamente, da noi, ma decisamente interessante. Le distanze vengono abbattute dalle tecnologie e ci fanno scoprire autentiche meraviglie che non fanno altro che incentivare la voglia di andare e recarsi in estremo oriente.
Del resto, Tokyo è sempre in prima linea nell’offrire esperienze all’avanguardia, che sfruttano la realtà virtuale e le risorse della tecnologia.

Questo approccio mostra tutte le sue potenzialità in questo momento particolare, permettendo ai viaggiatori di immergersi nella ricca offerta della città, anche rimanendo comodamente seduti sul proprio divano. Ecco una lista di suggerimenti per scoprire le bellezze della capitale nipponica e godersi alcuni dei migliori musei della città con un tour virtuale in grado di soddisfare tutti i gusti.
Per chi ha voglia di fare una passeggiata, basta accendere il pc e connettersi al sito di HOKURIKU X TOKYO: qui è possibile trascorre ore alla scoperta delle bellezze di Tokyo e di Hokuriku, la regione a nord del Giappone, scegliendo tra varie angolature e diverse stagioni. I video panoramici a 360 gradi in realtà virtuale offrono un’esperienza visiva senza precedenti, che trasporta gli utenti tra le strade e gli scorci più belli della capitale del Sol Levante. L’emozione di ammirare la fioritura dei ciliegi da una barca sul fiume Meguro o dal giardino giapponese dell’Hotel New Otani Tokyo è assicurata!

Un’altra esperienza, che prende totalmente, per conoscere un lato più insolito di Tokyo è disponibile sul sito dedicato alla zona di Tama e alle isole di Tokyo: un traghetto virtuale conduce i viaggiatori alla scoperta di un paesaggio tropicale inaspettato, in cui l’intenso blu dell’oceano si unisce a una leggera brezza marina. I video presenti sul sito rappresentano l’evasione perfetta per chi sogna già l’estate, nella speranza che la possibilità di viaggiare torni presto realtà.

Dalla natura all’arte

Dopo tanto girovagare tra le bellezze naturali, c’è tempo anche per una pausa culturale in totale relax. Google Arts & Culture offre l’opportunità di ammirare le collezioni d’arte di alcuni dei più importanti musei della città, scegliendo tra diverse epoche e correnti artistiche.
Il Tokyo National Museum, il più antico museo del Giappone situato all’interno del suggestivo parco di Ueno, offre una vasta collezione di opere d’arte e reperti archeologici giapponesi e di altri paesi asiatici.

Per chi preferisce un’offerta più attuale, il National Museum of Modern Art, conosciuto anche come MOMAT, non si rivolge solo agli appassionati di arte, ma offre anche un’immersione nella cultura giapponese. Tra le sue esposizioni si trovano le opere dei principali pittori e artisti giapponesi da fine Ottocento ai giorni nostri, a cui si affiancano grandi nomi internazionali da Picasso a Mirò e da Kandinsky a Modigliani.

Merita una visita virtuale anche il National Museum of Western Art, situato nel distretto museale del parco di Ueno, con la sua ricca collezione dedicata all’arte occidentale, tra cui spiccano i pittori francesi, impressionisti, post-impressionisti e simbolisti. La struttura dell’edificio principale progettata da Le Corbusier, è il primo sito del Sol Levante ad essere stato dichiarato Patrimonio culturale dall’UNESCO.

Superando i confini virtuali della città, da non perdere anche l’originale esperienza artistica offerta del IJC Museum, uno speciale museo 3D “tra le nuvole”, che consente ai visitatori di ammirare le opere d’arte moderna di alcuni degli artisti più rappresentativi del Giappone, attraverso un tour interattivo a 360 gradi. Tra le sette mostre personali, figura anche quella dell’artista di Tokyo Hisashi Tenmyouya, i cui quadri sono ispirati all’arte tradizionale giapponese. La funzione“Art trip” permette invece di entrare in una speciale sala espositiva dedicata a 30 spot artistici accuratamente selezionati in tutto il Giappone, tra cui figurano alcuni highlights di Tokyo come il The National Art Centre, l’Hara Museum of Contemporary Art e il Tokyo Metropolitan Teien Art Museum.

L’intervista

Di questa fantastica esperienza virtuale abbiamo parlato con i rappresentanti del Tokyo Covention & Visitors Bureau, chiedendo loro anche di darci qualche suggerimento da sfruttare quando torneremo a viaggiare.

Un tour virtuale di Tokyo o, meglio, più tour che consentono di ammirare la metropoli in varie stagioni dell’anno. Per il turismo italiano, qual è il periodo preferito per visitare la città?
“I periodi preferiti per il turismo italiano sono nell’ordine: estate (agosto), primavera (aprile) e autunno (ottobre) – ad eccezione dell’anno 2019.
L’estate perché è il periodo in cui gli italiani viaggiano di più in assoluto, mentre primavera e autunno per via dei fenomeni naturali che caratterizzano il Giappone, la fioritura primaverile dei ciliegi e il foliage autunnale degli aceri. Solo nel 2019 la primavera ha per la prima volta superato l’estate, probabilmente per la serie di ponti che si sono verificati nel calendario italiano.

Tokyo d’inverno

Tokyo Covention & Visitors Bureau, in quanto rappresentanza dell’ente turistico della città, punta molto sulla promozione della destinazione in inverno, che gode fortunatamente di un clima mite e cieli soleggiati”.
Quali sono i luoghi di maggiore richiamo della città?
“La città si può definire come un universo che si sviluppa in orizzontale, ma anche in verticale. I 23 ku, i distretti amministrativi speciali chiamati solitamente quartieri o zone, rappresentano la Tokyo centrale; ognuno ha un proprio carattere distintivo.

“Tra i più famosi spiccano sicuramente Shinjuku, Shibuya, Harajuku, Ueno, Asakusa, Odaiba, Ginza, Aoyama, Omotesando, Yoyogi, Roppongi, ma tanti altri stanno guadagnando popolarità tra i turisti, tra cui Yanaka, Nezu, Nippori, Daikanyama, Shimokitazawa, Ryogoku. Per approfondimenti sulle diverse zone della città: https://www.gotokyo.org/it/destinations/index.html

Panorami mozzafiato

Il viaggiatore che visita Tokyo, predilige l’aspetto culturale o paesaggistico?
“Senza dubbio entrambi. Per quanto riguarda l’aspetto culturale, Tokyo è una città che coniuga 400 anni di tradizione Edo con l’innovazione della nostra epoca, è davvero un sunto della cultura giapponese e oltre.
Per quanto riguarda i panorami, Tokyo offre bellissimi scorci urbani – sia diurni sia notturni – ma anche molta natura. Tra gli scorci urbani più suggestivi figura la vista dal giardino tradizionale Hamarikyu Gardens, da cui si può ammirare una cornice di moderni grattacieli (foto in allegato). Per una panoramica degli scorci naturalistici meno conosciuti è disponibile il sito https://tamashima.tokyo/en”.

Quanti giorni sono necessari, al minimo, per visitare la città, che è molto grande?
“Mediamente gli operatori segnalano dai 3 ai 7 giorni e le visite di solito si concentrano nei 23 ku centrali.
Più in generale, un minimo di 4-5 giorni sono sufficienti per visitare una selezione del “meglio del meglio” della città. Per chi ha più tempo a disposizione, il consiglio è di rimanere più a lungo per vivere appieno la città, allargando la visita ai dintorni, fino al mare e alle montagne circostanti.  A Tokyo c’è così tanto da fare che non ci si annoia sicuramente anche rimanendo una o due settimane e visitandola come destinazione secca”.
Venite con noi a vedere com’è Tokyo in primavera/estate? Sì? Allora guardate il video.
 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta