Riflettendo sul classico con la Fondazione Circolo dei lettori

Redazione

Riflettendo sul classico con la Fondazione Circolo dei lettori

- martedì 03 Novembre 2020 - 11:18
Riflettendo sul classico con la Fondazione Circolo dei lettori

La Fondazione Circolo dei lettori rimodula la programmazione e propone una riflessione sul concetto di “classico” aspettando il Festival del Classico. Ospiti del mese grandi autori internazionali: Abraham B. Yehoshua, Mario Vargas Llosa e Jo Nesbø


A cura della Fondazione Circolo dei Lettori

Esemplare, perfetto, immortale: un classico è tutto questo e molto di più. Un classico è «un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire», secondo Italo Calvino.

Novembre on line con la Fondazione Circolo dei lettori

Per dar voce ai classici della letteratura – ma anche della musica, dell’arte, della filosofia – la Fondazione Circolo dei lettori propone, nel mese di novembre, un’indagine sulla definizione di “classico” che coinvolgerà scrittori, intellettuali, critici letterari tramite video-interventi, ma anche il pubblico di lettori e lettrici attraverso i social media, il sito circololettori.it e la newsletter. Tra gli altri, risponderanno al quesito Silvia AvalloneMarco Missiroli e Marco Belpoliti

Classici contemporanei

Classici contemporanei è invece il ciclo di video-lezioni su quegli autori del nostro tempo: un confronto con i testi di Silvio D’Arzo, Francesco Biamonti, Giorgio Bassani, Giuseppe Berto. Piccoli classici è pensato per bambini e bambine, sul canale YouTube con contenuti inediti, lezioni di filosofia e consigli di lettura per i più piccoli.

Festival del classico

Tutto questo in attesa del Festival del Classico (29/11 – 4/12), rassegna ideata per illuminare con i pensieri di ieri la riflessione sull’oggi. Ma Aspettando il Festival del Classico è anche grandi incontri online: Abraham B. Yehoshua, tra i massimi scrittori israeliani del nostro tempo, con la lezione War and peace in the jewish culture è protagonista dell’anteprima speciale del 28/11 che conduce al tema di questa terza imminente edizione Homo sive Natura. Guerra, pace, malattia nella spirale della storia.


De Rerum Natura

E prima la riflessione sulla cultura classica muove i suoi passi da una serie di approfondimenti. Il gruppo di lettura De Rerum Natura condotto da Matteo Stefani via Zoom
(per info consultare il sito festivaldelclassico.it)

Lucrezio

Tre incontri (11-18-25/11) dedicati all’opera di Lucrezio, perché nel poema filosofico, poesia e scienza concorrono a offrire una lucida e appassionata rappresentazione della psiche umana: le paure, le false credenze, le pulsioni di guerra, l’impotenza di fronte alle catastrofi naturali, ma anche la forza incoercibile della ragione. Matteo Nucci, scrittore, in libreria con Achille e Odisseo. La ferocia e l’inganno (Einaudi), saggio in cui esplora la dimensione eterna di due grandi eroi omerici è invece protagonista del ciclo Le parole dei classici, cinque video-definizioni dei lemmi che meglio esprimono la classicità, da Caos a Utopia, passando per PhilíaCrisis e Xenía, ogni mercoledì fino al 25/11 sulla pagina Facebook del Circolo dei lettori, sulla IgTv, su festivaldelclassico.it


Presentazioni editoriali

Anche le presentazioni migrano online. Migrazione che ci dà l’opportunità di raggiungere e ascoltare grandi protagonisti della cultura internazionale, lontani ma vicini, e di espandere il raggio d’azione della Fondazione ben oltre ai suoi confini territoriali. Protagonisti del mese Mario Vargas Llosa (17/11) con Tempi duri (Einaudi) autore tra i più grandi intellettuali contemporanei e il re del noir Jo Nesbø (24/11) con Il fratello (Einaudi) in dialogo rispettivamente con Ernesto Franco e Marcello Fois. Con l’attesissimo romanzo Un’amicizia edito Rizzoli, a dieci anni da AcciaioSilvia Avallone si confronta il 19/11 con Marco Missiroli. Per il Circolo dei lettori la prima presentazione de I quattro maestri (Garzanti) di Vito Mancuso con Armando Bonaiuto il 6/11 e poi Alessia Gazzola (12/11) con Elena MasuelliFederica Manzon (4/11) con Marta Barone.


Collaborazioni

Non mancano anche questo mese le collaborazioni. Biennale Tecnologia trasmette sul sito biennaletencologia.it e su Facebook del Circolo dei lettori il viaggio lessicale nella letteratura del Novecento di Stefano Massini (14/11) e Claudia Durastanti. Parla di Letteratura e civiltà delle macchine (13/11). Per quanto riguarda l’attualità, continuano gli incontri firmati Limes e YouTrend.Qesta volta lo sguardo torna in Italia per poi spostarvi verso i nuovi equilibri internazionali tra Stati Uniti e Cina. Resta confermata in streaming la rassegna stampa a cura de il PostI giornali spiegati bene, con il direttore Luca Sofri e il vicedirettore Francesco Costa.


Cicli tematici

Virginia Woolf. Tracce di vita.  Resta confermato l’itinerario che attraversa la scrittura di Virginia Woolf seguendo tre diverse invenzioni temporali: ricordo, memoria e tempo dell’accadere. Introduzione di Francesca Bolino. Su Facebook e su circololettori.it: 10/11 Momenti di essere: il ricordo, con Liliana Rampello; 24/11 Diario di una scrittrice: la memoria futura, con Elisa Bolchi; da 8/12 Al faro: il varco del tempo, con Sara Sullam.


In cordata

Prosegue il ciclo dedicato alla montagna con un doppio appuntamento. Il 9/11 con Marco Albino Ferrari in dialogo con Linda Cottino a proposito di Mia sconosciuta (Ponte alle grazie) ritratto di una madre alpinista. Il 23/11 con Sandro CampaniIrene Borgna e Leonardo Caffo in confronto circa I passi nel bosco (Einaudi).


Social Reading. La letteratura al tempo di Instagram

Book blogger con cui approfondire testi, immagini e parole, prendere appunti sulla comunicazione social, fare la lista della prossima spesa in libreria. In diretta Instagram: 17/11 Le saghe familiari con Francesca Marson @Nuvoledinchiostro; 1/12; Cosa vediamo quando leggiamo con Stefania Soma @PetuniaOllister.


Tre splendidi oggetti morti

Le mappe (diventate navigatori Gps). La penna (ora ticchettiamo i tasti del pc). Il silenzio (pieno ormai di rumori, notifiche e disattenzioni). Massimo Mantellini, autore di Dieci splendidi oggetti morti (Einaudi), disegna nuove traiettorie di bellezza a partire da tre cose che non usiamo più. Dall’11/11 su Facebook e su circololettori.it.


Storie americane

Pensato per questo presente che fa seguito alle elezioni presidenziali, il ciclo di incontri dedicato all’America e alle sue atmosfere. Un viaggio letterario con le case editrici specializzate, che si raccontano e consigliano libri e autori (5/11 con Atlantide).


Gruppi di lettura

I gruppi di lettura conquistano Zoom. Cuore pulsante della Fondazione Circolo dei lettori, i gruppi di lettura ritornano in una veste nuova su Zoom. Sono appuntamenti settimanali fissi che esprimono al meglio le qualità principali della cultura. Invitare alla scoperta e al dialogo, sollecitare la riflessione e la condivisione delle idee. Gli iscritti al Circolo dei lettori, ovvero i tesserati Carta Plus e Carta Extra, potranno ritrovarsi sulla piattaforma per dialogare di letterature del mondo, filosofia, politica, poesia, scrittura, attualità.


Aspettando il Festival del Classico 

Novità: il gruppo di lettura targato Aspettando il Festival del Classico sarà accessibile a chiunque voglia approfondire il poema lucreziano. Basterà sottoscrivere una della Carta del Circolo (circololettori.it) per ricevere il link di accesso per prender parte a De Rerum Natura con Matteo Stefani.


Archivio

Per rivivere il Circolo e le sue storie dove vuoi, quando vuoi, sia sui social che su circololettori.it, ma anche sull’archivio digitale della Fondazione Circolo dei lettori: i contenuti culturali sono disponibili su YouTube, SoundCloud e Spotify, tra presentazioni, incontri, consigli di lettura, lezioni, rubriche.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta