Campagna di prevenzione alla ludopatia attraverso un percorso di attenzione e cura dell’individuo

Gilda Sciortino

Campagna di prevenzione alla ludopatia attraverso un percorso di attenzione e cura dell’individuo

- sabato 24 Aprile 2021 - 09:26
Campagna di prevenzione alla ludopatia attraverso un percorso di attenzione e cura dell’individuo

Coinvolge genitori e insegnanti, tessendo nuove trame educative il Percorso Formativo del progetto “Io, Giovane Attore”. Il 29 aprile il prossimo incontro online. A promuoverlo è l’associazione “Elementi” con il sostegno dall’assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro della Regione Siciliana. Campagna di prevenzione alla ludopatia

Si inserisce in un percorso di attenzione e cura dell’individuo. Un percorso rafforzato dal fatto che aprile 2021 è il mese dedicato alla Prevenzione della Salute. Il prossimo incontro in streaming, in programma alle 11.30 di giovedì 29 aprile, del progetto “Io, Giovane Attore, Campagna di prevenzione alla ludopatia”, che l’Associazione “Elementi” sta portando avanti nell’ambito di un intervento di prevenzione e contrasto dei problemi legati alle dipendenze, tra cui anche la ludopatia. Un percorso di 9 mesi, sostenuto con le risorse del Fondo nazionale per le politiche sociali art. 72-73 del codice del terzo settore annualità 2017 – Avviso Prevenzione e contrasto della ludopatia – Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali, del Lavoro – Regione Sicilia, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Per partecipare è necessario iscriversi al seguente link
https://us02web.zoom.us/…/reg…/WN_fxxF8doMTh61uqUZy3UJxg

Obiettivi educativi

Un intervento che tesse una trama educativa rivolto a studenti, genitori e insegnanti. Un tema, che diventa una rete sociale degli istituti scolastici di Bagheria, di Carini e di Isola delle Femmine. Inoltre, con la collaborazione di 2 Osservatori di area di “ Distretto 3-4 e del Distretto 8”. Poi, l’Unità Operativa di Educazione alla salute degli Ospedali riuniti di Villa Sofia e Cervello di Palermo. Con il Comune di Palermo. Il Garante dell’Infanzia ed adolescenza. L’Assessorato attività sociali. I Comuni di Bagheria e Carini e il Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio fisico e della Formazione Università di Palermo.

Ludopatie. un tema multidisciplinare

Ad animare il dibattito, giovedì 29 Aprile, sarà Amelia Bucalo Triglia, Presidente dell’ associazione “Elementi”. Sollecitando un parterre di presenze, consentirà di entrare sempre di più nello specifico del tema delle ludopatie. Tema, che va affrontato in maniera multidisciplinare.

Saranno, quindi, in collegamento: Salvo Siciliano, Responsabile aziendale delle Attività di Educazione alla Salute Villa Sofia – Cervello Palermo. Maria Rosa Sampieri, pedagogista del Servizio di Tossicodipendenza di Bagheria. Brigida Rosa, responsabile dell’Area Educazione e Promozione della Salute Distretto 34 Carini. Elena Pistillo, autrice del corto “Nativi Digitali”, che concluderà il meeting online.


Life Skills

Una mattinata che si annuncia interessante. Si parlerà di Life Skills, abilità, emotive, relazionali e cognitive di base. Elementi,che consentono alle persone di operare con competenza sia sul piano individuale che su quello sociale.


Empowerment

Si parlerà anche di empowerment nell’ambto della promozione della salute. Il processo di rafforzamento delle abilità e delle competenze personali. Un processo, attraverso il quale le persone acquisiscono un maggiore controllo rispetto alle decisioni e alle azioni che riguardano la propria salute. Interessante sarà sviscerare e analizzare i dati #iorestoacasa 2020. Questi dati ci dicono che il gioco d’azzardo più diffuso fra gli adolescenti tra i 15 e i 19 anni è il gratta e vinci.

Il teatro come strumento per stimolare la socializzazione

Se, poi, consideriamo che il progetto “Io, Giovane Attore” ha deciso di utilizzare il teatro in quanto strumento, non l’unico ovviamente, per stimolare socializzazione e creatività, andremo a scoprire come l’attività creativa teatrale tiene conto dei pensieri e delle emozioni dei bambini, instaurando una dialettica di confronto e di crescita che, attraverso il corpo, le emozioni, il pensiero creativo e fantastico, coinvolge la globalità psicofisica rappresentando un’opportunità per i giovanissimi di sviluppo di tutte le competenze alla vita in un contesto di gruppo protetto.

L’esperienza del Teatro del Fuoco

«Abbiamo unito la nostra esperienza sulle campagne di prevenzione e l’esperienza del Teatro del Fuoco, nel quale proponiamo discipline diverse – spiega Amelia Bucalo Triglia, presidente dell’associazione “Elementi” – per creare un percorso formativo sulle competenze alla vita rivolto a insegnanti e genitori, comunità educanti, stimolando la fantasia e l’immaginazione dei bambini delle elementari di territori come Carini, Isola delle Femmine e Bagheria e Palermo con le relative istituzioni. Territori passati sotto la lente degli Osservatori sulla Dispersione scolastica, nostri partner, per un confronto rispetto alle esigenze dei bambini e relative famiglie con i quali c’è e ci sarà un’interazione costante.

La cultura stimola la crescita

La cultura stimola la crescita. Pertanto, racconteremo ai ragazzi la nascita del teatro e i miti. Dando loro consapevolezza attraverso linee guida che gli consentano di affrontare le difficoltà, aumentate con l’arrivo del Covid, nella cui rete siamo caduti comunicando solo attraverso pc e telefonini».

La scuola coinvolta

Un intervento che, dunque, coinvolgerà bambini della scuola primaria, insegnanti e genitori. Lo farà, attraverso un percorso che svilupperà abilità funzionali al miglioramento della qualità della vita dei ragazzi. Sino a luglio il progetto proseguirà con laboratori di prevenzione. Questi saranno dedicati settimanalmente ai bambini della 4^ e 5 ^ elementare per far loro sviluppare un cambiamento di comportamento ed il desiderio di socializzazione e attraverso la pratica di attività che valorizzano le loro concrete abilità creative.

La rappresentazione finale

Tra il 26 e il 31 luglio 2021 tutti i bambini che avranno partecipato ai laboratori di Bagheria e Carini si riuniranno a Palermo. L’obiettivo, la preparazione della rappresentazione finale e la realizzazione del video nei quali saranno coinvolti attivamente. Sarà l’occasione per presentare pubblicamente il risultato di questo progetto. Il montaggio del video, inoltre, diventerà uno stimolo efficace per attivare contenuti e immagini. Creando, allo stesso tempo, uno spazio di relazione in cui ci si ritrova e ci si racconta. Accompagnerà questa ultima fase anche la distribuzione di materiale informativo sui rischi connessi ai Giochi d’azzardo.

La proiezione video

All’inizio del nuovo anno scolastico, infine, tra settembre e ottobre 2021 sarà organizzata la proiezione video dell’attività. Organizzata nell’ambito di un momento pubblico aperto a scuole, famiglie e città. Durante questo evento verrà proiettato pure il corto “Nativi Digitali”, di cui parlerà giovedì 29 aprile la sua autrice, l’attrice Elena Pistillo.


La rete dei partner:

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali, del Lavoro – Regione Sicilia
Comune Palermo Assessorato Attività Sociali, Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza
Azienda Ospedaliera ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello
Università di Palermo Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche, dell’Esercizio fisico e della Formazione
Comune di Carini e Bagheria

Le scuole tra i partner


Ics. Istituto I. Buttitta Bagheria
Istituto DD Cirrincione di Bagheria
Comprensivo IV ASPRA di Aspra
Istituto Comprensivo Aiello di Bagheria
1 Circolo Bagnera di Bagheria
Istituto G. D’Alessandro di Bagheria
Pirandello di Bagheria
Osservatori Dispersione Scolastica di Area Distretto 3-4 Bagheria e Distretto 8
Istituto Giovanni Falcone di Carini
Comprensivo Riso di Isola delle Femmine
Istituto Carini Calderone-Torretta
Scuola Laura Lanza di Carini
Associazioni: Il Genio di Palermo, Pergamo, Panagiotis.
Progetto dell’Associazione Elementi APS

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta