Libro Blu Agenzia Dogane e Monopoli: siciliani sempre più attratti dall’online

Redazione

Libro Blu Agenzia Dogane e Monopoli: siciliani sempre più attratti dall’online

- mercoledì 29 Settembre 2021 - 07:10

Il report annuale che l'ente statale rende pubblico attraverso il Libro Blu Agenzia Dogane e Monopoli, nel settore dei giochi, registra un calo della rete fisica e un esponenziale aumento della raccolta online

Lo scorso 10 settembre l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha presentato il Libro Blu. Il report annuale che l’ente statale rende pubblico annualmente nel quale vengono riportate le azioni e i risultati negli ambiti di sua competenza. Il quadro dettagliato che ne viene fuori mostra il dato cumulativo su prelievo, utile e imposta unica di tabacchi, energia, alcolici e dogane. Per quanto riguarda il settore dei giochi salta all’occhio il calo della rete fisica e un esponenziale aumento della raccolta online. Un segno del cambio dei tempi senza dubbio favorito dalla recente crisi su scala nazionale. Degli 88,38 miliardi di euro raccolti da ADM infatti circa il 55,7% è rappresentato dal gioco digitale (49,23 miliardi) contro il 44,3% della rete fisica (39,15 miliardi).


Bookmaker online e casinò digitali

Del resto l’espansione del web e la sempre più capillare presenza di Smartphone, tablet e pc nel quotidiano degli italiani ha trasformato quasi in trincee del secolo passato i casinò tradizionali e i centri di raccolta delle scommesse. Oggi, si evince sempre dal Libro Blu Agenzia Dogane e Monopoli, grazie ad internet vanno per la maggiore i bookmaker online e i casinò digitali che offrono una proposta all’avanguardia con slot machine equiparabili a videogame, croupier ripresi in live con telecamere e intere sale da gioco ricostruite in realtà virtuale.

Teenage boy sitting on sofa, using laptop and writing notes during online classes.

L’incremento negli ultimi anni


Nel 2019 la raccolta sul gioco a distanza è incrementata del +35,25%, circa il doppio rispetto al 2018/2019 quando salì del +15.78%. Dal 2018 al 2020 la crescita più rilevante è stata invece fatta registrare dai tornei di carte in forma di torneo (+60,40% di contributo all’erario) seguiti dai tornei di poker cash (+37,55%).

Hispanic Female Studying On Laptop

Le nuove tendenze

Le nuove tendenze del gioco digitale attraversano maggiormente i più giovani, in particolare quelli dai 18 ai 24 anni, una generazione che del resto è nata e cresciuta nella cosiddetta era digitale ed è sempre più propensa ad utilizzare le nuove tecnologie tout court. Il Libro Blu di ADM rivela infatti l’apertura di 1.213.878 nuovi conti in questa fascia d’età contro i 1.172.104 nella fascia dai 25 ai 34 anni mentre già dai 35 ai 44 anni si assiste ad un calo rilevante di nuove utenze (745.744).

La Sicilia è molto attiva

A livello nazionale la Sicilia è particolarmente attiva sotto questo punto di vista rappresentando l’11,82% delle nuove utenze aperte, terza su scala regionale dopo la Campania (18,19%) e la Lombardia (12,35%) ma davanti al Lazio (10,46%). I siciliani fanno rilevare 1.819.602 conti attivi di cui 505.517 sono stati aperti nel 2020. Con questi stessi conti operano anche alcuni dei rounder professionisti più famosi dello stivale che rappresentano la Sicilia nei maggiori tornei internazionali di poker sportivo.


Hendon Mob Poker

Hendon Mob Poker, sito web britannico specializzato nella pubblicazione di statistiche relative al mondo dell’hold’em, segnala infatti diversi siciliani nella top 50 tricolore che mette in luce non solo i successi ma anche il rendimento a livello di ricavi nei tornei. Tra questi spiccano senz’altro il palermitano Dario Alioto (16° nella All Money List tricolore con 1,574,167 dollari incassati in carriera), il Catanese Walter Treccarichi (17° nella All Money List tricolore con 1,524,365 dollari incassati in carriera) e l’ericino Giacomo Fundaro (20° nella All Money List tricolore con 1,258,790 dollari incassati in carriera). Il tris di campioni mostra il crescente interesse dei siciliani per questa nuova frontiera dello sport e dell’intrattenimento ma anche l’abilità di alcuni di loro di farsi un nome come pro sia nei tornei online che dal vivo.

I giochi che vanno di più sono quelli sportivi

Tornando ai dati sulla raccolta, a livello nazionale le nuove utenze registrate sui maggiori portali di intrattenimento online riguardano principalmente i giochi a base sportiva (bookmakers e simili 27,34%) e i giochi di carte organizzati in forma diversa da torneo e i giochi di sorte a quota fissa (casinò online, siti di slot machine etc. 21,27%). A far da contraltare alla florida ascesa dell’online in Sicilia, la crisi della rete fisica che in Trinacria segnala perdite rilevanti in particolare per il Bingo (-53,9%), videolottery e slot (i rilievi sugli apparecchi hanno fatto registrare un 48,1% in meno rispetto allo scorso anno) e le scommesse ippiche (-46,8%). Soffre anche la rete fisica di retail connesse con il mondo delle scommesse virtuali e sportive (rispettivamente -37,4% e -33,4%).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta