Odissea – Movimento n°1 di Emma Dante

Redazione

Odissea – Movimento n°1 di Emma Dante

- venerdì 09 Ottobre 2015 - 09:58
Odissea – Movimento n°1 di Emma Dante

Dopo il sold out della scorsa estate al Teatro di Villa Pantelleria e dopo il grande successo ottenuto all’Olimpico di Vicenza, torna a Palermo, da stasera all’11 ottobre (ore 21.15) nella Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, Odissea – Movimento n°1 di Emma Dante con gli allievi della “Scuola dei mestieri dello spettacolo” del Teatro Biondo di Palermo.

L’evento, presentato nell’ambito del progetto “Prima della prima – Il Biondo fuori dal Biondo”, è inserito nel programma del “Festival delle Letterature Migranti”.

A conclusione di un intenso anno di studio e di laboratorio, i 23 allievi della Scuola del Biondo diretta da Emma Dante si sono cimentati con alcuni episodi dell’Odissea, che riguardano in particolare il tema del ritorno a casa dell’eroe. Uno spettacolo corale e movimentato, nel quale, con ironia e versatilità, gli interpreti recitano, cantano e danzano una originale rivisitazione del poema omerico.

In scena: Manuela Boncaldo, Sara Calvario, Toty Cannova, Silvia Casamassima, Domenico Ciaramitaro, Mariagiulia Colace, Francesco Cusumano, Federica D’Amore, Clara De Rose, Bruno Di Chiara, Silvia Di Giovanna, Giuseppe Di Raffaele, Marta Franceschelli, Salvatore Galati, Alessandro Ienzi, Francesca Laviosa, Nunzia Lo Presti, Alessandra Pace, Vittorio Pissacroia, Lorenzo Randazzo, Simona Sciarabba, Giuditta Vasile, Claudio Zappalà.

I costumi dello spettacolo sono della stessa Emma Dante, assistita da Italia Carroccio, le luci di Cristian Zucaro, assistente alle coreografie è Sandro Maria Campagna, le canzoni sono scritte da Serena Ganci (Zeus) e Bruno Di Chiara (Rapimi la porta, TerrAmare).

«Attraverso l’esperienza dolorosa del ritorno a Itaca – spiega Emma Dante – ci affianchiamo alle figure di Penelope e Telemaco, che rivelano, nell’attesa di Odisseo, i loro lati più teneri e fragili. Una madre e un figlio aspettano impazienti il ritorno del mito e, durante l’attesa, essi stessi cambiano la propria natura. L’Odissea è il viaggio che ogni essere umano fa nel corso della vita. Il motore di tutto è il movimento verso la propria origine, passando dall’esperienza dell’incontro con figure umane e sovrumane, ninfe e mostri, pretendenti e mendicanti. Le avventure di Odisseo, il campione della menzogna e della generosità, ci permettono di entrare in contatto con il mito».

I biglietti costano 10 euro e si possono acquistare anche in prevendita al botteghino del Teatro Biondo e online.

    Ufficio Stampa Teatro Biondo Palermo

    Roberto Giambrone / Giovannella Brancato

    091 7434306 – 3481403969 / 340 8334979

    r.giambrone@teatrobiondo.it / g.brancato@teatrobiondo.it

    www.teatrobiondo.it