Vaccini: finalmente accesso agli atti

Vaccini: finalmente accesso agli atti

- mercoledì 12 Maggio 2021 - 10:08

Santangelo e Martinciglio (M5S): "Vaccini: i dati forniti dall'ASP di Trapani a seguito dell'accesso agli atti"

“Dopo oltre 40 giorni e un sollecito, finalmente abbiamo ricevuto risposta dall’ASP di Trapani alla nostra istanza di accesso agli atti in merito all’andamento della campagna vaccini nella nostra provincia e in particolare sul servizio di vaccinazione a domicilio destinato alle fasce di cittadini più fragili” ad affermarlo i portavoce in Parlamento del MoVimento 5 Stelle Vincenzo Santangelo e Vita Martinciglio.

A trapani solo due unità mobili

Dalle informazioni stesse abbiamo appreso che sono solo 2 le unità mobili a disposizione per le vaccinazioni a domicilio per i territori di Trapani, Favignana, Paceco, Erice, Valderice, Buseto Palizzolo, Custonaci e San Vito Lo Capo. Un’unità a disposizione di Pantelleria, 2 per Marsala, 2 per Mazara del Vallo, Salemi, Vita e Gibellina, 1 per Castelvetrano, 2 per Alcamo, Castellammare del Golfo e Calatafimi/Segesta.

I dati dei distretti

Inoltre abbiamo appreso che alla data del 23 aprile scorso, il Distretto di Trapani aveva provveduto ad effettuare 921 vaccinazioni su 1959 prenotazioni in elenco. Il Distretto di Pantelleria aveva effettuato 19 vaccinazioni su 34 prenotazioni, 383/1005 il Distretto di Marsala; 184/597 il Distretto di Mazara del Vallo e Salemi; 208/501 il Distretto di Castelvetrano; 402/806 il Distretto di Alcamo.

Dati falsati pure sui vaccini

La grave inchiesta sui dati falsi Covid in Sicilia aveva già certificato una gestione dell’epidemia fallimentare da parte della Regione e la situazione non è tanto diversa anche riguardo all’andamento della campagna vaccinale.

Sicilia ultima in classifica

Nonostante le recenti iniziative degli open weekend, la Sicilia resta ultima in classifica come percentuale di dosi somministrate in rapporto alle dosi consegnate e penultima per il numero di over ottantenni vaccinati.

Numero esiguo pure di unità mobili

Dati sui quali pesa l’esiguo numero delle unità mobili a disposizione della nostra Provincia per le vaccinazioni a domicilio che assumono un ruolo decisivo nell’immunizzazione dei disabili gravi over 70/80, la prima grande sfida per scongiurare una nuova fase acuta dell’emergenza e proseguire con le riaperture in totale sicurezza” hanno concluso Santangelo e Martinciglio.

Dagli Uffici Stampa